Salva il tuo Cane dalle aggressioni in 10 Regole fondamentali...

Lasciami indovinare, sei il felice proprietario di un cagnolino ti taglia piccola, magari hai un maltese, un barboncino, un chihuahua o un piccolo mix...

 

E ogni volta che esci di casa sei in preda all'ansia di incontrare cani di grande taglia tenuti liberi o sfuggiti al controllo del padrone, che si possano avventare sul tuo cagnolino indifeso se non addirittura su di te!

 

Purtroppo, dati alla mano, hai ben ragione ad essere preoccupata, negli ultimi anni sono infatti aumentati vertiginosamente i casi di aggressione ai danni di cani di taglia piccola, attacchi che a volte per fortuna riportano solo ferite curabili, ma in molti altri casi finiscono in tragedia con la morte del cane vittima.

 

Pensa che tanti proprietari arrivano ad essere talmente terrorizzati da questa eventualità, che finiscono con il rinunciare a fare delle belle passeggiate con il proprio 4 zampe, si muniscono di traversine per cani e tengono il loro cagnolino sempre confinato in casa o, quando va bene, nel proprio giardino.

 

Questo succede perchè quasi sempre i proprietari di cani di taglia piccola non hanno i giusti "strumenti" per difendersi da un cane aggressore e in particolare per difendere il proprio cagnolino... e no non sto parlando di "armi" ma di strategie e comportamenti che possono ridurre davvero di molto il rischio di vedere il proprio piccolo 4 zampe aggredito da un altro cane libero o al guinzaglio che sia.

 

Poi siamo tutti d'accordo che purtroppo gli incidenti capitano nella vita ai cani proprio come capitano a noi persone... ma è anche vero che se attraversiamo sulle strisce pedonali possiamo ridurre in modo considerevole il rischio che una macchina ci possa investire per sbaglio!

 

Ecco, dovete prendere questi 10 punti che descriviamo in articolo come quando voi attraversate la strada sulle strisce pedonali invece di buttarvi dove capita e sperare che le macchine vi vedano e riescano ad evitarvi!

 

Allora iniziamo subito a descrivere le 10 Regole fondamentali per salvare il tuo cane di taglia piccola da un'aggressione.

1. prendi atto che tanti proprietari non sono responsabili

Ogni volta che capitano tragedie ai danni di cani più piccoli vediamo millemila persone che commentano "i proprietari dovevano essere più responsabili e tenere il loro cane sotto controllo"...

 

Siamo assolutamente d'accordo ma questo non succederà MAI ed è una cosa di cui prendere atto!

 

Sono anni, forse decenni, che i professionisti come noi Educatori Cinofili si battono per avere regole chiare di gestione che siano imposte dallo stato (un patentino pre adozione, rendere illegale allevare cani senza selezionare il carattere ecc...) ma ammettiamolo a nessuno nei "piani alti" importa tutto questo, in fondo non c'è nessun ritorno economico...

 

Insomma se aspettiamo che certi tipi di cani finiscano in mano a persone "responsabili" stiamo pur certi che non risolveremo mai nulla...

 

Se invece prendi atto del fatto che la maggior parte delle persone NON sa come gestire correttamente un cane di taglia grande, un cane con energia esplosiva e con aggressività intraspecifica alta (significa aggressività verso gli altri cani), allora avrai un quadro concreto della realtà che ti circonda e siamo sicuri che già è un buon inizio per prestare maggiore attenzione alle altre persone e ai loro cani.

2. non sottovalutare mai gli altri cani

Giustamente te hai scelto un cane di taglia piccola perchè magari volevi un cagnolino da famiglia, che potesse seguirti durante le vacanze e che fosse più facilmente gestibile in casa... comprendo quindi benissimo che non è corretto chiedere a te proprietario del cane di taglia piccola di saper gestire l'aggressione da parte di un cane di taglia grande (in un mondo ideale il suo proprietario dovrebbe arrivare in tempo zero a fermarlo, ma come vedremo, spesso i proprietari sono molto lontani e se sono vicini hanno loro stessi paura del loro cane..).

 

Questa premessa per dirti: non sottovalutare mai gli altri cani che incontri, soprattutto se il tuo cane pesa 4 kg o meno.

 

Devi sapere che anche un placido labrador se decide di addentare un chihuahua di 700 grammi lo spezza facilmente con un solo morso!

 

Perciò il consiglio migliore per i cani di taglia molto piccola è di EVITARE i cani di taglia grande/gigante a prescindere: se sono in area cani non entrate con il vostro, se vogliono entrare loro uscite con il vostro, se li dovete incrociare sul marciapiede cambiate marciapiede o fermatevi in un punto dove poter mantenere le distanze mentre passa l'altro cane, se li vedete libero in un parco girate molto alla larga ecc...

 

Il messaggio potrebbe sembrare "tutti i cani di taglia grande o più sono potenziali assassini del tuo cane" ma non è così, il nostro intento non è assolutamente di fare terrorismo ma di prevenire il più possibile che avvengano altre tragedie come il piccolo barbonicino nero sbranato davanti alla sua proprietaria senza che lei potesse farci nulla!

 

In questo caso il cane aggressore era libero e il barboncino al guinzaglio... se la proprietaria avesse seguito questa regola e se ne fosse andata velocemente appena avvistato un cane di taglia grande, peggio ancora libero, forse la tragedia si sarebbe potuta evitare!

3.sii pronto a reagire

Come abbiamo accennato prima purtroppo gli incidenti possono sempre accadere: un cane che per la prima volta riesce a scavalcare una recinzione, un cane fuggito al controllo del guinzaglio o scappato dalla porta di casa in un attimo di distrazione ecc...

 

Purtroppo sono casi della vita, alcune volte evitabili e altre volte no, ma la cosa migliore è sapere esattamente cosa fare se ci vediamo piombare addosso un cane di grande taglia, probabilmente intenzionato ad attaccare il nostro.

 

Prima di tutto se lo vediamo arrivare cerchiamo di spaventarlo noi: urliamogli contro, facciamo roteare la borsetta minacciose, se davvero c'è un rischio di vita o di morte cerchiamo di stopparlo utilizzando le gambe... a volte bastano questi gesti per far desistere un cane con motivazione debole, resta così sorpreso dal vedersi lui stesso "aggredito" da una persona che potrebbe mollare subito il colpo.

 

Se invece non si lascia intimidire e si avventa sul tuo cane la cosa più efficace da mettere in pratica (efficace su circa 9 cani su 10) e decisamente alla portata di tutti, è spruzzare uno spray da difesa personale, direttamente sulla faccia del cane aggressore (occhi e naso in particolare)!

Sappiamo che il famoso spray al peperoncino può essere troppo pericoloso da utilizzare (potrebbe finire negli occhi del cane vittima oltre che dell'aggressore) perciò la cosa migliore è affidarsi a uno spray da difesa non urticante come questo (utilissimo anche in generale per la nostra difesa personale): 

 

Ci sono anche altri due modi di intervenire, come spieghiamo nel video dedicato che trovi a QUESTO LINK.

 

Da una parte si può far male al cane aggressore (senza ucciderlo come molti millantano di voler fare) prendendolo dai testicoli (purtroppo un'operazione estremamente rischiosa perchè il cane potrebbe girarsi e mordere noi, da attuare solo ed esclusivamente per salvare la vita del cagnolino aggredito!), dall'altra si può mettere in pratica il metodo in assoluto più efficace di tutti anche se leggermente più difficile da attuare.

 

Si tratta della tecnica del cappio al collo: porta sempre con te un guinzaglio lungo un metro di semplice fettuccia spessa, esattamente come questo:

Fai passare il moschettone dentro alla maniglia del guinzaglio e otterrai un cappio con cui poter soffocare il cane aggressore fino a fargli perdere i sensi e quindi salvare la vita del tuo cagnolino! 

 

 

Sappiamo che può essere un pò difficile da capire, per questo lo abbiamo spiegato nei minimi dettagli nel VIDEO a QUESTO LINK.

4. ricordati sempre gli strumenti di difesa

Come si dice spesso la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo, perciò se non diventa una vera e propria abitudine portare con te lo spray da difesa o il guinzaglio da poter usare come cappio, la volta che non avrai con te questi strumenti potrebbe essere quella sbagliata.

 

Fai perciò in modo di non dimenticarli mai a casa: prepara uno zainetto o un marsupio dedicato alle uscite con il cane, metti dentro questi 2 fondamentali oggetti di difesa, dei gustosi premietti per il tuo cagnolino e tutto quello che può servirti durante le passeggiate.

5. devi avere mille occhi

Lo so sarebbe bello vivere in un mondo di proprietari responsabili dove nessuno tiene il proprio cane slegato nei posti in cui non è consentito (e lo è SOLO in area cani e basta) e dove tutti prestano attenzione a non mettere in difficoltà gli altri cani e proprietari...

 

Ma non è così, e come dicevamo inizialmente dobbiamo prenderne atto e vivere di conseguenza.

 

Con questo non voglio dire che se hai un cane di taglia mini devi avere l'ansia di uscire o essere terrorizzata, ma sicuramente devi avere mille occhi per controllare che non ci siano eventi inaspettati (soprattutto se sai che possono essere probabili), ecco alcuni esempi realmente accaduti: 

 

  • Cagnolino aggredito davanti all'ascensore, il cane aggressore era dentro e appena aperte le porte è scattato subito all'attacco: se aspetti l'ascensore non stare proprio davanti alle porte, metterti più distante ti permette di avere un rischio minore nel caso uscisse un cane aggressivo con gli altri cani,

  • Cagnolini aggrediti da cani tenuti liberi al parco: se vedi un cane libero di taglia grande vattene dal parco, se è grande il parco cambia strada e fai un altro giro diverso, se è piccolo fai un giro lungo le strade o recati in un altro parco per la passeggiata,

  • Aggressioni partite in situazioni inaspettate ma prevedibili: se il tuo vicino di casa ha un cane che sai benissimo si vuole sbranare il tuo, presta la massima attenzione quando esci e finchè non ti sei allontanata un poco da casa; se stai svoltando l'angolo lungo una strada non lasciare lungo il guinzaglio così che il tuo piccolo 4 zampe sia il primo a girare, tienilo corto e stai davanti a lui per controllare che non sbuchi qualche cane problematico dall'altra parte,

  • Se sei al bar, al ristorante o seduto su una panchina e vedi un cane al guinzaglio di taglia grande il cui proprietario fatica a gestirlo e si lascia trascinare... nascondi il tuo cagnolino se ne hai la possibilità (ad esempio dietro la tua schiena) oppure allontanati dalla situazione immediatamente.

Ci tengo a farti un altro esempio di avere mille occhi: un piccolo chihuahua molto amato è stato sbranato vivo nel giro di pochissimi secondi in una situazione assolutamente imprevedibile, si trovava nell'apposita borsa "porta cani" in tracolla alla sua proprietaria mentre questa entrava all'interno di un ristorante; non si era accorta che in contemporanea stavano uscendo delle persone con un cane (non dico la razza per non creare allarmismo e basta) il quale in una frazione di secondo ha sfilato il chihuahua dalla borsa e l'ha dilaniato sotto gli occhi increduli di tutti.

 

Nessuno dei due cani era libero, nessuno si era accorto dell'altro cane e questo caso è stato veramente un incidente al limite dell'imprevedibilità... eppure mi chiedo: se la proprietaria del chihuahua avesse avuto mille occhi forse si sarebbe accorta prima della presenza dell'altro cane e avrebbe potuto aspettare che uscisse prima di entrare nel locale?

 

Ecco perchè pensiamo che avere mille occhi sia fondamentale, non è giusto come non è giusto che di notte si debba fare attenzione a qualche irresponsabile autista ubriaco, ma è la cosa migliore per il nostro piccolo 4 zampe!

6. devi conoscere il tuo cane

Sapevi che il 90% dei cani di piccola taglia tende ad essere molto abbaiona, sia in generale sia nel rapportarsi con altri cani?

 

Si tratta di un comportamento difensivo, un modo di dire "vattene via lontano da me (perchè ho paura di te)", ma resta un comportamento estremamente fastidioso, sia per noi sia per gli altri cani che lo subiscono.

 

Pertanto se anche il tuo cane inizia ad abbaiare quando vede altri cani, ti consigliamo di starci ben alla larga, infatti anche cani che normalmente sarebbero socievoli e ben disposti a una pacifica conoscenza, a fronte di un atteggiamento simile possono irritarsi e avere reazioni infastidite se non addirittura aggressive.

 

Certo in questo caso non parliamo di aggressioni gravi con pericolo di vita o di morte, ma in ogni caso meglio evitare, e magari nel frattempo lavorare con un bravo Educatore Cinofilo per limitare questo tipo di comportamento.

7. mai tenere il cane senza guinzaglio dove non si può

In molti casi di aggressioni, purtroppo anche mortali, la colpa era quasi totalmente del cane che ha perso la vita, in quanto tenuto SENZA GUINZAGLIO.

 

Ci preme ricordare che PER LEGGE TUTTI I CANI DEVONO ESSERE TENUTI AL GUINZAGLIO SEMPRE con l'eccezione delle apposite aree cani.

 

E lo so che a questo punto molti obiettano "ma il mio cane è piccolo ed è buono con tutti"...

 

Primo punto non si può mai dire con certezza "è buono con tutti", sapevi ad esempio che se il tuo cane non è castrato dopo la maturazione sessuale potrebbe diventare improvvisamente aggressivo verso gli altri maschi non castrati?

 

Secondo punto il rischio è comunque sempre del tuo cane, soprattutto se è di piccola taglia: immagina la scena, te hai il tuo cagnolino libero e incroci un cane aggressivo con gli altri cani tenuto al guinzaglio, il tuo si avvicina incuriosito e magari non risponde prontamente al richiamo... oltre a mettere in seria difficoltà l'altro proprietario, che se è una persona responsabile farà i salti mortali per cercare di trattenere il suo, rischi comunque che il tuo si avvicini quel centimetro di troppo perchè l'altro cane lo riesca a raggiungere!

 

E ancora peggio, sapevi che molti proprietari di cani aggressivi verso gli altri simili pensano una cosa tipo "se incontro un cane libero che viene a rompere le pa**e al mio ed è senza guinzaglio, libero il mio e vediamo se la capiscono che devono tenere il loro cane al guinzaglio".

 

Pensiero che ovviamente in ogni caso non condividiamo viste le possibili conseguenze tragiche e che speriamo non sia poi davvero messo in atto da queste persone.

 

Tuttavia è assolutamente vero che tutti i cani, anche quelli piccoli, mini e toy, devono sempre essere tenuti correttamente al guinzaglio per non mettere in difficoltà gli altri cani che si incontrano.

8. non prendere il cane in braccio

Lo sappiamo è una reazione istintiva, e sinceramente non riusciamo a non giustificarla: ti vedi piombare addosso un cane enorme e la prima cosa che ti viene da fare è prendere il tuo cagnolino da terra nel tentativo di salvargli la vita.

 

Purtroppo però non è tra le reazioni migliori per ben due motivi:

 

- Con il tuo cane in braccio non avrai modo di spruzzare lo spray da difesa personale o fare altro per salvare davvero il tuo cane, e l'altro cane ti salterà addosso, anche ferendoti, per cercare di arrivare al suo obiettivo,

- A volte un istinto predatorio viene incentivato se la "preda" fugge: significa che se improvvisamente prendi il tuo cane in braccio l'altro vedendolo in un certo modo "scappare", sarà più motivato a inseguirlo saltando (peccato che salterebbe addosso a te con il rischio di graffi e morsi anche profondi!)

9.non pensare ai rimedi "da rissa"

Forse pensi che lanciare acqua fredda addosso al cane aggressore sia il rimedio in assolto più efficace da attuare...

 

Ok se hai un idrante immediatamente a disposizione siamo sicuri che puntarlo contro il cane lo farà mollare immediatamente (e lo scaraventerà a chissà quanti metri di distanza...)...

 

Ma se sei in una passeggiata normale difficilmente potrai avere a disposizione immediata un secchio di acqua fredda o altro di simile.. e non provare con una semplice bottiglietta d'acqua, perderesti solo tempo prezioso!

 

Questo è un consiglio che va benissimo se sei a casa e se scoppia una rissa tra cani non eccessivamente grave, ma se un cane vuole uccidere il tuo di certo non lo farai desistere con un pò di acqua fredda!

 

Stessa cosa vale per il fatto di sollevare in aria le zampe posteriori del cane aggressore: intanto anche se mollasse la presa, se il proprietario non è presente poi chi lo tiene??

 

Anche questo metodo può essere indicato per una zuffa non grave (e sempre attenzione che il cane potrebbe girarsi e mordere voi) ma in caso di vera e propria aggressione non servirà a molto!

10.non aspettarti museruola o break stick

Sono due strumenti che dovrebbe sempre usare i proprietari di cani con elevata aggressività intraspecifica, ma che la maggior parte di loro non sanno neanche dove stanno di casa e nel caso del break stick neppure cosa sia.

 

E siamo sicuri che non lo sai neanche tu ma abbiamo una buona notizia, non sei tenuta a saperlo!

 

Spieghiamoci meglio, prima di tutto la museruola: si potrebbe pensare che un cane aggressivo con gli altri cani debba uscire sempre con la museruola indossata come prevenzione del rischio, e invece nella realtà il 90% dei cani di un certo tipo di indole non viene neppure abituata da cucciolo a portare la museruola, figuriamoci a indossarla durante ogni passeggiata! (molte persone neppure se la portano dietro, e invece averla con sè è obbligatorio per legge e per tutti i cani, dal barboncino toy al pitbull, dal chihuahua al san bernardo!!!)

 

Perciò non avere l'illusoria aspettativa che i cani pericolosi per il tuo possano avere la museruola indossata, non importa a nessuno e quasi nessuno la utilizza...

 

Poi viene il break stick, ovvero una sorta di punteruolo estremamente efficace, se usato correttamente, per far mollare la presa a cani dal morso forte come pitbull o amstaff (a proposito di queste due razze in particolare abbiamo dedicato un articolo del blog apposito, lo trovi A QUESTO LINK).

 

Alcuni proprietari di pitbull e amstaff molto responsabili chiedono a gran voce di avere sempre con sè questo strumento, e saremmo totalmente d'accordo se non fosse per questi minuscoli dettagli:

 

- Se il cane aggressore è fuggito accidentalmente il suo proprietario non sarà presente al momento dell'aggressione... perciò può avere anche 50 break stick a casa ma se non è lì in quel momento per usarli non serviranno a nulla...

- Sempre nella situazione che l'altro proprietario non sia presente, giustamente mica si può pretendere che il proprietario del cane piccolo abbia con sè questo strumento e che sappia usarlo!

- Mettiamo caso che entrambi i proprietari siano presenti e che quello del cane aggressore abbia il break stick e sappia persino usarlo....tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, ed ecco che improvvisamente pensare di mettere la mano con lo strumento in mezzo alla bocca del cane e ai suoi denti non sembra più un'idea così semplice da eseguire (oltre all'ipotesi che il proprietario in questione semplicemente sia pietrificato dallo shock).

 

Ed ecco che allora è molto meglio saper difendere il proprio cagnolino di taglia piccola in piena autonomia, con i consigli che abbiamo dato nel video dedicato a QUESTO LINK.

conclusioni

Ovviamente ci auguriamo con tutto il cuore che non dovrai mai trovarti a dover vivere una situazione tragica, in cui la vita del tuo cagnolino è in pericolo a causa di proprietari irresponsabili di cani più grandi e aggressivi verso i loro simili, ma speriamo che queste 10 Regole fondamentali possano esserti di grande aiuto per ridurre al minimo questo rischio e darti gli strumenti per agire correttamente nel caso ce ne fosse bisogno!

 

Vogliamo solo aggiungere un ultimo dettaglio...

cosa devi fare una volta che il cane aggressore ha mollato la presa?

Tutti si fermano a pensare a come far mollare la presa al cane aggressore dal proprio cagnolino, ma c'è un dettaglio fondamentale che tanti trascurano... 

 

Una volta che hai tolto il tuo cane dalle fauci dell'altro, devi cercare di metterti immediatamente in sicurezza, scappando, chiudendoti dietro un cancello o raggiungendo un punto sopraelevato portando con te il tuo cagnolino ferito.

 

Lo sappiamo, l'istinto è di controllare se il nostro cane sta bene oppure no, ma l'altro cane ci mette pochi attimi a capire che ha perso la preda e a lanciarsi nuovamente al suo inseguimento.

 

Anzi, a dirla tutta la cosa in assoluto migliore non sarebbe neppure scappare noi, bensì, utilizzando il guinzaglio lungo 1 metro come cappio come abbiamo descritto in QUESTO VIDEO, trattenere il cane aggressore e darlo in mano al proprietario così da non permettergli di inseguire il cane vittima.

 

A quel punto saremo liberi di prendere il nostro cagnolino senza rischi e correre dal veterinario per le cure necessarie, salvandogli così la vita senza ulteriori conseguenze!

Scopri tutti gli articoli del Blog dedicati all'Educazione del Cane a QUESTO LINK.

 

Segui le nostre utilissime Guide PlayDog, le trovi tutte a QUESTO LINK.


E se hai bisogno di aiuto con il tuo Cane...

Contatta il Team di Educatori Cinofili PlayDog al numero 

334 87 11 440 oppure utilizzando il modulo sottostante.

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Segui il nostro Canale YouTube PlayDog&Cat per non perderti neanche uno dei nuovi utilissimi Video dedicati a Cane e Gatto!


Iscriviti all'esclusiva Newsletter WhatsApp per ricevere in REGALO gratuitamente la speciale Guida ai Giochi per Cani scritta direttamente dagli esperti Educatori Cinofili PlayDog:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Clicca sull'icona oppure a QUESTO LINK per accedere al gruppo Facebook esclusivo "L'Educatore Cinofilo risponde..."

 

Il primo ed unico Gruppo dove potrai fare domande direttamente agli Educatori Cinofili del Team PlayDog. Ti aspettiamo!

Segui con un like la pagina facebook "Playdog"

Segui la pagina Facebook "PlayDog" per essere sempre informato sulle novità del nostro Team!

 

Clicca sull'immagine oppure a QUESTO LINK per arrivare direttamente alla pagina Facebook "PlayDog"!

Scrivi commento

Commenti: 0