Il mio Cane è stato attaccato da un altro Cane: come superare il trauma subito e senza conseguenze.

Purtroppo si tratta di una brutta esperienza che può capitare a tutti e si sentono cose del genere quasi ogni giorno:

 

- Un Cane piccolino morso da uno più grande (o peggio),

- Un Cane libero dal guinzaglio che era "buonissimo" eppure ha attaccato il tuo Cane,

- Un Cane che fugge alla presa del proprietario e si scaraventa contro il primo sfortunato cagnolino che incontra,

- Una rissa tra maschi in area Cani ecc....

 

 



Come possiamo intervenire per aiutare il nostro Cane a superare questo trauma velocemente e senza conseguenze?

 

Innanzitutto distinguiamo la gravità del fatto e altri fattori condizionanti:

  •  Un Cane ben socializzato anche se subisce un attacco una volta avrà molte meno difficoltà a superare l'accaduto rispetto a uno non socializzato correttamente con i suoi simili: quindi seguiamo se ci è possibile la socializzazione del nostro Cane in maniera corretta fin da Cucciolo.
  • La gravità di un attacco può variare da qualche graffio, a un morso singolo, fino a grandi lacerazioni gravi.

È presto detto che una baruffa con graffi sarà superabile in poco tempo, un morso profondo richiederà maggiore tempo e lavoro per andare a superare il trauma e una lacerazione grave sarà la più difficile da sanare sia fisicamente sia psicologicamente.

  • L'età del Cane vittima: un Cucciolo molto giovane e un Cane anziano avranno molta più difficoltà a superare un grande trauma, quindi con Cuccioli fino a 6 mesi di età e con Cani oltre i 7 anni facciamo estrema attenzione a scegliere con accuratezza i Cani con cui socializzare!

In questo ti vengono aiuto le Puppy Class e le Lezioni di Socializzazione organizzate dal nostro Team PlayDog e da altri centri cinofili in tutta Italia!

 

 



  • Quante volte il nostro Cane ha subito un attacco da parte di un altro Cane: sicuramente lo sai già, se capita una baruffa tra Cani, diciamo anche con un morso, una sola volta è molto diverso da vivere l'esperienza traumatica non una ma due, tre, tante volte!

Quindi se il nostro Cane subisce un attacco corriamo subito ai ripari chiedendoci: come mai è accaduto? è davvero solo colpa dell'altro Cane o il mio ha in qualche modo causato l'attacco? C'è qualcosa che posso fare per evitare che succeda un altro episodio del genere? Se non siete sicuri delle risposte chiedete un consulto con un bravo Educatore Cinofilo che possa darvi un'opinione professionale.

 

Vi faccio due esempi: se il tuo Cane viene attaccato da un Cane scappato da un cancello di casa, ovviamente non avresti potuto fare niente per prevedere ed evitare la cosa (ma puoi evitarla in futuro non passando più da quella strada se sai che i proprietari del Cane aggressore sono disattenti).

 

Ma se il tuo Cane viene morso perché ti sei avvicinato a un'altro Cane al guinzaglio che era teso e inviava segnali di stress, allora la responsabilità è in parte tua, infatti non per forza due Cani devono avvicinarsi tra loro per conoscersi o giocare (puoi leggere il nostro interessante articolo al riguardo a questo link) ma bisogna sempre valutare attentamente riconoscendo la comunicazione di entrambi i Cani presi in causa: puoi farti aiutare da un Educatore Cinofilo per imparare a fondo la comunicazione canina e leggere qualche ottimo libro sull'argomento, noi ti consigliamo questi:

 

La Comunicazione del Cane di Alexa Capra lo puoi acquistare a questo link https://amzn.to/2RHhF2B

 

Comprendere il linguaggio del Cane di Valeria Rossi lo puoi acquistare a questo link https://amzn.to/2AAoXuY

 

 

Passiamo ora alle azioni pratiche per aiutare il tuo Cane a superare il trauma, che si tratti di qualche graffio, di un morso o di una ferita più grave.



  • Non agitarci eccessivamente durante il litigio.

Cosa significa, che non devo preoccuparmi se il mio Cane viene morso?

Fermi un momento non vuol dire questo, significa che più noi ci agitiamo, urliamo, sbraitiamo contro l'altro Cane e/o proprietario e più aumentiamo esponenzialmente la tensione e l'agitazione del momento e quindi il trauma del Cane vittima.

 

Se la lite è composta da una serie di ringhi e nessuno dei due Cani prende l'altro senza mollare la presa allora restiamo calmi e sangue freddo, dividiamo i Cani facendoci aiutare dall'altro proprietario e controlliamo i danni, al massimo ci sarà un morso in questo caso ma niente di troppo grave (rechiamoci dal veterinario per eventuali punti e per antibiotico).

 

Se uno dei due Cani prende l'altro ok preoccuparsi molto, in quanto la presa e il morso scosso sono cose gravi che possono portare brutte conseguenze, ma invece di agitarci e urlare restiamo razionali e agiamo con prontezza per capire come separare i Cani immediatamente, alcuni metodi sono: sollevare il Cane aggressore dalle zampe posteriori per fargli mancare la terra sotto le zampe, usare una canna dell'acqua se disponibile al momento per gettare acqua fredda sul Cane aggressore, spaventare il Cane colpendolo in punti delicati come i testicoli o il costato (metodo da utilizzare SOLO se il Cane aggredito si trova in pericolo di vita), per i proprietari di molossi più preparati utilizzare il break stick da portare sempre con sé per aprire in modo immediato la bocca del Cane aggressore (si tratta di un punteruolo apposito che si trova solo online in quanto in Italia è ancora praticamente sconosciuto, lo trovi a questo link https://www.amazon.com/The-K-9-Center-Break-Stick/dp/B004RU81VY )

 

 

Non facciamoci prendere dal panico e subito dopo l'attacco cerchiamo di trasmettere sicurezza al nostro Cane portandolo dal veterinaRio per accertare che non ci siano conseguenze gravi.



Se ci piace frequentare le Aree Cani ricordiamoci che ci sono regole fondamentali da rispettare per avere i rischi di litigio tra Cani ridotte al minimo! Potete trovare un elenco dettagliato di tutte le regole da osservare all'interno di un'Area Cani nell'articolo del Blog dedicato a questo link, e se volete trovare l'Area Cani più vicina a casa visitate il nostro sito partner AreaCani.it 

Mi è capitato più volte di avere a che fare con proprietari che seguendo il consiglio di un amico, del vicino di casa, del veterinario (non comportamentalista) o di uno pseudo-educatore cinofilo erano convinti di dover far avvicinare il loro Cane agli altri Cani sempre e comunque perchè così "socializzava"... NO!

Questa non è socializzazione è solo giocare alla roulette russa aspettando di trovare il Cane sbagliato che gliele suona!

 

Rendiamoci conto che NON TUTTI I CANI DEVONO PER FORZA ANDARE D'ACCORDO. E questo teniamolo sempre bene a mente, ci sono moltissimi fattori che influiscono sulle "amicizie canine", talmente tanti e imprevedibili che non sono rare le inimicizie e non dobbiamo costringere il nostro Cane a voler bene a tutto il mondo a 4 Zampe!

 

Cosa fare dunque? Dobbiamo essere noi a valutare se è davvero il caso di avvicinarci all'altro Cane oppure no: impariamo a riconoscere i segnali calmanti, non avviciniamoci per fare le coccole all'altro Cane, non andiamo vicino a un Cane che si sta facendo gli affari suoi senza degnare il nostro di uno sguardo, non andiamo a invadere lo spazio intimo di un Cane se sta mangiando, bevendo o sta ricevendo carezze dal suo proprietario.

 

 



Cosa fare DOPO che è avvenuta un aggressione ai danni del nostro Cane:

  • Non diventiamo fobici ed apprensivi nei confronti di tutti i Cani: 

Il tuo Cane è stato morso da quel Cane in particolare, quindi sarà perfettamente inutile aver paura di tutti gli altri Cani del mondo, che gli somiglino o meno, ma solo evitare quel Cane specifico (se è possibile evitarlo, altrimenti attuare la desensibilizzazione che spieghiamo nel prossimo punto);

 

  • Attuare da subito una desensibilizzazione e un ri-condizionamento positivo nei confronti dei Cani:

Alcuni Cani, soprattutto se di taglia molto piccola come Chiuhauha, Pincher e Maltesi, dopo una lite potrebbero aver paura effettivamente di ogni Cane che incontrano per strada perchè tendono a generalizzare.

 

In questi casi bisogna intervenire immediatamente (se il Cane ha subito cure veterinarie importanti, dopo la completa ripresa fisica) per ripristinare un approccio positivo alla specie canina.

 

Procuriamoci dunque premietti prelibati, come quelli che utilizziamo noi della marca Woolf li puoi trovare a questo link https://amzn.to/2CxBVva , ed utilizzali in questo modo specifico: avvicinati a un Cane estraneo fino a circa 5 metri di distanza (il tuo Cane non deve entrare in contatto diretto con l'altro) e premia il tuo Cane se resta tranquillo.

 

Se il tuo Cane si agita molto o si mostra terrorizzato aumenta la distanza a 8, 10, 15 metri... devi trovare la distanza giusta in cui il tuo Cane riesce a stare il più possibile tranquillo e gradisce mangiare i premietti.

Questa sarà la distanza da cui iniziare il lavoro, che andrai diminuendo sempre di più nel tempo.

 

 

Se non hai modo di fare questo tipo di lavoro di desensibilizzazione (dovresti avere Cani estranei collaborativi) puoi sfruttare le Aree Cani dall'esterno, ovvero invece di entrare in Area Cani ti posizionerai a diversi metri dalla recinzione e svolgerai la desensibilizzazione con i premietti per Cani a distanza dalla rete, avvicinandoti piano piano sempre di più.



Puoi anche avvalerti dell'aiuto di un Educatore Cinofilo che con i suoi Cani equilibrati possa darti una mano a rendere più efficace e veloce il processo di ri-condizionamento positivo.

 

E' presto detto che i Cani con cui svolgerai la desensibilizzazione devono essere Cani socievoli che non si agitino alla vista del tuo e non mostrino comportamenti irruenti od aggressivi, altrimenti giustamente il tuo Cane ne avrebbe paura!

 

La desensibilizzazione è un lavoro sul lungo periodo ma può essere davvero molto efficace se eseguita correttamente, con regolarità e costanza.

 

Il segreto è far capire al tuo Cane che nonostante la brutta esperienza vissuta non tutti i Cani sono pericolosi come quello che l'ha attaccato, quindi devi associare qualcosa di molto positivo (cibo o in alternativa gioco) alla presenza a distanza di altri Cani (non utilizzare le coccole perchè entra in gioco anche un fattore relazionale di protezione che rischia di rendere meno efficace il lavoro specifico).

 

 



Quindi ricorda, se il tuo Cane è stato attaccato o morso da un altro Cane: mantieni la calma tu per primo; non evitare come la peste tutti i Cani ma solo quelli che comunicano segnali di stress come tensione, ringhio, abbaio o si mostrano molto irruenti; attua un programma mirato di desensibilizzazione e ri-condizionamento positivo usando altri Cani tranquilli, sfruttando le Aree Cani o chiedendo aiuto a un Educatore Cinofilo.

 

E ultima cosa ma non meno importante: ricorda che i Cani maschi interi (non castrati) molto spesso superata l'età della maturità sessuale, tra gli 8 mesi e i 2 anni di età, non andranno più d'accordo con gli altri maschi non castrati, perchè entrano in gioco dinamiche ormonali e di territorialità che nulla hanno a che fare con il carattere (è buono/è cattivo) ma che sono assolutamente naturali e istintive per un Cane.

 

Tradotto in parole semplici fai molta attenzione alle "amicizie" con altri Cani maschi non castrati se il tuo ha più di 8 mesi e non è a sua volta castrato!

 

 

Con questo è tutto riguardo a come superare (ed evitare!) l'attacco da parte di un altro Cane!



🐾 SCOPRI LE NUOVISSIME GUIDE FIRMATE PLAYDOG PER IL TUO CANE E GATTO!

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Alberto (venerdì, 05 luglio 2019 12:44)

    Consigli molto utili, sperando non capiti mai do applicarli però. Ho solo un dubbio: come faccio a colpire un cane nei testicoli quando sta a 4 zampe? Sentirebbe davvero dolore?