Come addestrare il tuo Cane a tornare al richiamo: i migliori consigli degli educatori cinofili!

Il richiamo è quel comando che tutti desiderano insegnare al proprio cane ma pochi alla fine riescono ad usarlo in maniera efficace.

 

Detto in parole semplici: se il tuo Cane quando lo chiami torna se/quando ne ha voglia lui e fa orecchie da mercante mentre te ti sgoli a urlare il suo nome... tranquillo non sei il solo!

 

Scopriamo allora in questo articolo quali passi seguire se vuoi insegnare un richiamo efficace al tuo Cane.

 

Se hai un Cucciolo ti consigliamo anche l'articolo gemello a questo ma dedicato al richiamo specifico per il Cucciolo, che ha qualche variazione rispetto a questi consigli, lo trovi a cliccando a questo link.

 

Ecco i migliori consigli degli Educatori Cinofili per addestrare un Cane a tornare al richiamo: 

Vi chiederete perché usare il cibo? 

Se lavoriamo con un cane adulto o comunque non più cucciolo, probabilmente avete già instaurato nel tempo un'abitudine per cui voi lo chiamate e lui non torna o torna con molta calma... quindi vi servirà una motivazione estremamente alta almeno inizialmente per convincerlo che tornare subito da voi sia la scelta migliore!

 

Tranquilli nel corso del tempo andrete a diminuire i premi in cibo e a rafforzare la relazione tra voi e il Cane! 

  • Iniziate in zone sicure: se un Cane non torna al richiamo sarà perfettamente inutile iniziare a esercitarsi in mezzo ad altri cani o in posti affollati e con molte distrazioni. Iniziate in casa: andate in una stanza dove non si trova il Cane, chiamatelo usando il comando nome + VIENI e premiatelo con il super snack.

 

Certo in casa è facile, quindi poi dovrete passare a fare esercizi di richiamo del Cane fuori: giardino di casa, giardino condominiale, area cani o grandi parchi ma in orari in cui non ci sono altri cani almeno inizialmente.

Procedete con gradualità, quindi dallo step più facile per arrivare poco alla volta allo step successivo.

Per esempio: la prima settimana vi esercitate solo in casa, la seconda settimana anche nel giardino di casa, la terza settimana iniziate nel giardino condominiale o in area cani (senza altri cani presenti!) e dopo un mese di allenamento in queste zone sicure, se il lavoro procede bene, provate in parchi lontani da strade trafficate in orari in cui non ci sono tanti altri cani e persone. 

  • Non chiamate il vostro Cane dicendo solo il suo nome ma associando sempre il comando specifico per il richiamo ovvero VIENI.

Moltissimi cani se chiamati per nome si girano e guardano il proprietario... ma non tornano da lui! È perfettamente normale in quanto non stiamo comunicando chiaramente al nostro Cane cosa vogliamo da lui in quel momento.

 

Se invece iniziamo a dire chiaramente il suo nome + VIENI avremo dato un'indicazione precisa al nostro Cane che capirà cosa vogliamo ovvero che torni vicino a noi.

  •  Inizialmente, per i primi mesi di allenamento, usate sempre i premi in cibo come ricompensa, uniti a un sonoro ed entusiasta "Bravo" e due coccole. Questo serve a portare al massimo la motivazione del Cane nel primo periodo di esercizio, dopo un paio di mesi almeno inizierete a diminuire le volte in cui arriva anche il premio in cibo; potete procedere in questo modo:

- Primi 2 mesi sempre premio in cibo

- Terzo e quarto mese premio in cibo due volte su 3

- Quinto e sesto mese premio in cibo 1 volta su 3

- Dal settimo mese in poi il premio in cibo diventa casuale e sporadico una volta ogni tanto

 

(ma almeno una volta a passeggiata consigliamo sempre di tenerlo)

Il nostro consiglio è di mantenere sempre qualche premio in cibo sporadico per tutta la vita del Cane, così da avere sempre una buona motivazione ed aspettativa positiva (il cibo è una risorsa molto importante per il Cane per questo funziona così bene nell'addestramento, come potete scoprire leggendo il nostro articolo a questo link).

 

Ovviamente il premio verbale "Bravo" e due coccole (senza esagerare) sono invece da mantenere sempre come ricompensa, infatti sono questi riconoscimenti che rafforzano efficacemente il rapporto Cane - Proprietario. 

  • Non sgridate MAI il Cane se non torna subito, soprattutto se non torna perché spinto lontano da voi a causa di una forte motivazione come il gioco con altri Cani o l'inseguimento di una cornacchia. Invece cercate di attirarlo allontanandovi da lui e premiatelo sempre quando arriva.
  • Utilizzate un premio jolly solo per il richiamo del Cane. Il premio jolly consiste nel dare molto raramente (diciamo 3/4 volte in una settimana) un super premio quando il Cane torna, in questo caso potete semplicemente aumentare la quantità di premio in cibo, invece di un solo snack al premio jolly gliene darete 4/5 tutti assieme!

 

  • Se il Cane fatica a tornare utilizzate questi trucchi per incentivarlo: chinatevi a terra e fate finta di cercare qualcosa nell'erba, battete le mani sulle gambe e chinatevi leggermente in avanti, giratevi di spalle e camminate nella direzione opposta alla sua, correte lontano da lui per spronarlo a inseguirvi, nascondetevi dietro a un albero o un cespuglio per farvi trovare, utilizzate un tono di voce squillante ed acuto.

Sono tutte piccole strategie aggiuntive che spesso funzionano efficacemente, provale tutte per capire quella migliore per te ed il tuo Cane!

  • Chiamalo diverse volte durante una passeggiata e non rimettergli ogni volta il guinzaglio. Se chiami il tuo Cane solo quando è ora di andare via lui presto associa il richiamo a una cosa negativa e impara che è meglio non tornare o magari torna da te ma si tiene distante quel tanto che basta per non farsi prendere e rimettere il guinzaglio!

Per evitare questo meccanismo deleterio basta fare così: chiama almeno 3/4 volte il Cane durante una sessione di allenamento da libero, una volta lo premi e lo lasci andare, una volta gli rimetti il guinzaglio fai qualche passo e poi lo liberi di nuovo, una terza volta chiami dai il premio e lo lasci libero e la quarta volta chiami e rimetti di nuovo il guinzaglio.

 

Insomma l'importante è variare senza far capire al cane quando sarà la volta che dovrà rimettere il guinzaglio per andare davvero a casa.

  •  Se hai un Cane molto testardo o con un fortissimo istinto predatorio (tipo cane da caccia) e non ti fidi a lasciarlo libero, inizia il tuo allenamento con l'ausilio della lunghina, un guinzaglio molto lungo (da 5 a 15 metri solitamente) con cui dare la sensazione di libertà al Cane pur restando in sicurezza.

Se non sai cos'è la lunghina ne trovi un modello fantastico in materiale BioThane, molto resistente e completamente lavabile, a questo link https://amzn.to/2BPLm7i

 

Il lavoro con questo tipo di cani può essere molto lungo e impegnativo quindi sarà meglio chiedere aiuto a un bravo Educatore Cinofilo che possa seguirti con lezioni personalizzate per insegnare il richiamo al tuo Cane.

 

 

Con questo è tutto su Come addestrare il tuo Cane a tornare al richiamo! Al prossimo articolo!


Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità del nostro Blog?

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


🐾 SCOPRI LE NUOVISSIME GUIDE FIRMATE PLAYDOG PER IL TUO CANE E GATTO!

Scrivi commento

Commenti: 0